1974

Vai alle pubblicazioni del 1971 Vai alle pubblicazioni del 1972 Vai alle pubblicazioni del 1973 Anno corrente Vai alle pubblicazioni del 1975 Vai alle pubblicazioni del 1976 Vai alle pubblicazioni del 1977 Vai alle pubblicazioni del 1978 Vai alle pubblicazioni del 1979 Vai alle pubblicazioni del 1980

Clicca sulla copertina per leggere la pubblicazione nel formato PDF.

Giallorossi n. 29 – 20 gennaio 1974
Clicca per leggere il n. 29 del 20 gennaio 1974 IN COPERTINA: Renato Cappellini è l’uomo-gol della Roma. La serietà e l’attaccamento alla società giallorossa dell’ex nerazzurro sono una garanzia per il lavoro futuro di Nils Liedholm, che verrà confermato anche per la prossima stagione calcistica. Non vi è dubbio che Cappellini, con il suo fiuto sotto rete, rappresenti per la nostra società un’ancora di salvezza in attesa del “boom” che non potrà non venire.

  • poster di Nils Liedholm
  • Clicca per leggere il sommario
    2. La verità sul mancato trasferimento di Selvaggi (Giancarlo Mingoli)
    3. Sommario e copertina
    4. Lettere al direttore
    6. Liedholm: un marziano a Roma (Giovanni Arpino)
    8. Perché sono romanista (Giuseppe Berti)
    11. Quattro partite cinque punti: magari, andasse sempre così
    12. Basta con le polemiche oziose e le chiacchiere da cortile (Enzo Petrucci)
    15. Bertini: un panzer che ha fatto breccia nel cuore dei tifosi (Dario Torromeo)
    16. Per una Roma-boom ci vogliono giocatori ambiziosi (Giorgio Tosatti)
    20. Per Peccenini la crisi non esiste (Gianni Perrelli)
    22. Polemiche e contestazioni nell’Assemblea Nazionale dei R.C. (Dario Torromeo)
    26. Roma Club: Progetti, speranze ed ambizioni del nuovo Centro Coordinamento
    29. Pubblicità ai film: La seduzione / L’ultima neve di Primavera
    30. Piccole storie di una turbolenta assemblea di torr.
    32. Negrisolo: un razza Piave con il marchio di vero “Reggiano” (Angelo Pesciaroli)
    34. Come arrivano alla Roma i campioni di domani (Franco Pagliari)
    38. Notiziario Giallorossi
    40. A Torino con la Juventus la grande occasione perduta
Giallorossi n. 30 – 20 febbraio 1974
Clicca per leggere il n. 30 del 20 febbraio 1974 IN COPERTINA: Milan-Roma: aeroporto della Malpensa. Un Jumbo atterra tra la meraviglia dei viaggiatori che partono ed arrivano da tutto il mondo. Sono i tifosi della Roma, primi in Italia, al seguito della squadra del cuore con il maestoso jet.
Dopo il 2-0 di San Siro è proprio il caso di dire, senza nessuna malignità, che, mentre i “fans” giallorossi precorrono i tempi, gli uomini di Liedholm, che nella prossima stagione avrà una Roma da scudetto, viaggiano ancora sui rudimentali Dakota (ad elica)!

  • poster di Angelo Orazi
  • Clicca per leggere il sommario
    2. Un premio per Spadoni, Liedholm e Bertini
    3. Sommario e copertina
    4. Uno scherzo da prete (Gabriele Tramontano)
    6. Liedholm: la montagna sacra dei giovani assi del calcio (Michele Galdi)
    9. È una Roma che non sa… perdere
    10. Orazi come Mosè: salvato dalle acque (Enzo Petrucci)
    14. Baldesi: “Siamo una famiglia di tifosi giallorossi” (Gianni Perrelli)
    18. Prati è un giocatore da salvare (Giorgio Tosatti)
    22. Il leggendario Bepi Moro di Maurizio Barendson
    26. A San Siro Bruno Conti ha giurato di diventare grande (Franco Pagliari)
    28. Batistoni: un calciatore in più ed un maestro in meno (Dario Torromeo)
    30. Notiziario Giallorossi
    32. Dal R.C. Licenza piena fiducia nella Roma di Nils Liedholm (Dario Torromeo)
    35. Il prossimo 5 marzo scatta il torneo “Junior Club” (Alberto Pagliari)
    38. Lettere al Direttore
    40. A San Siro contro il Milan una partita da dimenticare
Giallorossi n. 31 – 20 marzo 1974
Clicca per leggere il n. 31 del 20 marzo 1974 IN COPERTINA: È proprio “Provvidenza”. Non il Thomas Milian che “spopola” sugli schermi, ma Nils Liedholm, il popolare e signorile “barone” svedese che Giovanni Arpino, proprio su questa rivista, definì “un marziano a Roma”. Liedholm non si professa mago ma i risultati ottenuti hanno del fantastico. Tre vittorie a seguire, otto punti sinora conquistati nel girone di ritorno, giocatori lanciati o ricostruiti. È proprio così: Anzalone ha Provvidenza. Se lo tenga stretto più a lungo che può.

  • poster di Alberto Batistoni
  • Clicca per leggere il sommario
    2. Orologi, radio e tappeti per Prati, Spadoni e Orazi
    3. Sommario e copertina
    4. Lettere al direttore
    6. È nei giovani il futuro della Roma (Giorgio Tosatti)
    9. Contro il Genoa ed il Verona quattro punti per il futuro
    10. Continua la galleria dei dirigenti: Guido Ugolini (Gianni Perrelli)
    14. Valerio Spadoni, ‘punta’ tuttofare (Enzo Petrucci)
    18. Paolo Conti, l’ultimo dei romagnoli (Angelo Pesciaroli)
    22. Ranieri: “II mio obiettivo, un posto da titolare” (Giorgio Tosatti)
    24. La Roma di sempre: questa specie di amore (Franco Melli)
    27. Roma Club: R.C. Prati: “Conosciamo i gradini delle curve di tutti gli stadi italiani” (Dario Torromeo)
    30. Roma Club: R.C. Milano: Guardano la Madonnina e sognano lo scudetto (Gianni Perrelli)
    34. A Viareggio contro la miliardaria Fiorentina una Roma da 50 milioni (Alberto Pagliari)
    36. Pellegrini: L’esilio di Avellino un trampolino di lancio? (Franco Pagliari)
    38. Notiziario Giallorossi
    40. Prati chiama Monaco
Giallorossi n. 32 – 20 aprile 1974
Clicca per leggere il n. 32 del 20 aprile 1974 IN COPERTINA: Sergio Santarini, uno dei “romagnoli” alle dipendenze dei colori giallorossi, è tornato dopo un periodo di crisi che ne aveva minato il rendimento, ad essere uno dei più forti “liberi” del campionato italiano. Già in ottima forma in inizio di campionato, subì un grave incidente nella gara di Bologna che lo allontanò per un lungo periodo dai campi da gioco. Tornato in campo, alcune settimane dopo, Santarini non ha più lasciato il suo posto, risultando al termine di ogni gara fra i migliori in campo.

  • poster di Paolo Conti
  • Clicca per leggere il sommario
    2. A Tucci la finale della Coppa “Pian due Torri”
    3. Sommario e copertina
    4. Grazie Gonella (Cetriolo)
    5. Un anno difficile
    6. I ventidue azzurri trattati prima del “mercato” (Giorgio Tosatti)
    10. “Mister sorriso” ci guiderà a Monaco (Maurizio Barendson)
    12. Un capitano di ventura alla corte di un Gonzaga (Gabriele Tramontano)
    14. Prosegue la galleria dei dirigenti: Antonio Pala (Gianni Perrelli)
    19. Batistoni come Orazi: alla ribalta dopo la cura Liedholm (Enzo Petrucci)
    21. Notiziario Giallorossi
    22. Domenghini: il samurai irriducibile (Franco Melli)
    25. Storia dietro le quinte delle imprese giallorosse (Michele Galdi)
    30. I Roma Club non sono un’associazione a delinquere (Dario Torromeo)
    36. Una stagione tutta d’oro per le “minori” giallorosse (Alberto Pagliari)
    38. Roberto Vichi: il biondo Wichilson (Franco Pagliari)
    40. Anzalone e i tifosi un incontro di “passione”
Giallorossi n. 33 – 20 maggio 1974
Clicca per leggere il n. 33 - 20 maggio 1974 IN COPERTINA: Alberto Ginulfi: il suo ventilato trasferimento ha messo in subbuglio la tifoseria giallorossa affezionata a questo giocatore dalle indubbie doti e dalla grande simpatia. Erede naturale della tradizione dei grandi portieri della Roma, da Panetti a Cudicini, Ginulfi non ha quasi mai fallito gli appuntamenti importanti. Dotato di un ottimo colpo d’occhio e di un gran coraggio Ginulfi ha costituito per anni una delle colonne dell’intelaiatura giallorossa, i tifosi hanno imparato ad ammirarlo ed a sostenerlo nei momenti difficili. È un atleta sul quale la Roma potrebbe contare per molti altri anni con estrema sicurezza.

  • poster di Pierino Prati
  • Clicca per leggere il sommario
    2. Calcio e ciclismo in «giallorosso»
    3. Sommario
    4. Lettere al Direttore
    8. Per la Roma 1974-75 Anzalone non può sbagliare (Ezio De Cesari)
    12. Franco Torti ed Antonello Caprino: gli «ultras» della RAI (Maurizio Barendson)
    14. Prati: 100 «cartucce» ancora da sparare (Enzo Petrucci)
    18. Tra Negrisolo e Conti, Rocca ha sbalordito di più (Giorgio Tosatti)
    20. Cordova: «Non andrò mai via da questa Roma» (Franco Melli)
    23. Un gran finale per sperare in un futuro ricco di soddisfazioni (Michele Galdi)
    27. Roma Club: Il Roma Club dell’Eur ed una vivace polemica (Dario Torromeo)
    30. Franco Cocco: «Il mio mondo sono i giovani» (Gianni Perrelli)
    32. Bravi e la Primavera: un binomio di successo (Franco Pagliari)
    34. Morini: «Il Milan non mi interessa, la Roma è il mio porto» (Giancarlo Mingoli)
    36. Per Luconi è giunto il momento di mantenere tutte le promesse (Alberto Pagliari)
    38. Notiziario Giallorossi
    40. Nell’ultima di campionato battuto un forte Cagliari
Giallorossi n. 34 – 20 luglio 1974
Clicca per leggere il n. 34 del 20 luglio 1974 IN COPERTINA: Giancarlo De Sisti: Torna a Roma dopo tanti anni disputati nelle file della Fiorentina, il popolare Picchio De Sisti. Entrato giovanissimo nel cuore della tifoseria romana, De Sisti fu ceduto per esigenze economiche di società in cambio di una allettante cifra e della venuta a Roma di Benaglia. Nella Fiorentina De Sisti ha confermato i valori espressi nella capitale ed ha meritato gli onori della maglia azzurra. Ora è di nuovo nelle file giallorosse pronto a dare tutto pur di ripagare subito la stima e la simpatia che i tifosi giallorossi gli hanno sempre dimostrato. Auguri «Picchio».

  • poster della Roma Primavera 1973/74
  • Clicca per leggere il sommario
    2. Il 2° Trofeo Beltrami alla R.E.D.A.
    3. Sommario e copertina
    4. Lettere al Direttore
    8. Con De Sisti, Anzalone ha raggiunto il suo obiettivo
    10. Da Firenze con amore, firmato: «Picchio» De Sisti
    12. Ugolino Ugolini, uomo d’onore (g.t.)
    13. Roma capitale degli scudetti (Gabriele Tramontano)
    16. Carlo Mupo, il nuovo segretario generale della società (Dario Torromeo)
    18. Dopo il brindisi in Coppa la Roma festeggia lo scudetto (Alberto Pagliari)
    21. Giorgio Bravi: un allenatore alla ribalta (torr.)
    22. Liedholm giudica i «Primavera» (Franco Pagliari)
    24. Statistiche di un anno
    27. Ieri, oggi e domani della nazionale azzurra (Italo Cucci)
    30. Le cifre della vergogna
    31. I commenti in Italia
    32. Johan Cruyff, re di Monaco (Dario Torromeo)
    35. Notiziario Giallorossi
    36. Conclusa la stagione ’73-74 dei Roma club
    38. Al R.C. Ragioneria il «Torneo Giallorossi»
    40. Alla Germania la Coppa del Mondo
Giallorossi n. 35 – 15 ottobre 1974
Clicca per leggere il n. 35 del 15 ottobre 1974 IN COPERTINA: TORINO, 6 — Da 11 anni la Roma contro i granata non ottiene un risultato positivo. I giallorossi di Liedholm potevano conquistarlo e spezzare una tradizione avversa se non fosse stato per un discutibile calcio di rigore (la moviola ha chiaramente dimostrato che il fallo di Morini non era da punire) decretato con troppa faciloneria dal signor Ciacci di Firenze.
ROMA, 13 — Di scena all’Olimpico i tradizionali rivali del Napoli. Conti, come a Torino, non è stato mai impegnato, Prati ha colpito il solito palo e Negrisolo ha graziato il solito portiere, con tutto ciò la Roma poteva vincere se non avesse incontrato sul suo cammino l’impiegato della Provincia Panzino. Peccenini viene atterrato e la «giacchetta nera» calabrese chiude gli occhi. Forse ci voleva il coraggio di Michelotti per concedere la massima punizione?

  • poster di Giancarlo De Sisti
  • Clicca per leggere il sommario
    2. Il saluto di Liedholm ai tifosi
    3. Sommario
    4. Lettere al Direttore
    6. Anzalone-Liedholm: un incontro fortunato per entrambi (Maurizio Barendson)
    8. Rocca e Morini nei piani del Commissario Tecnico (Ezio De Cesari)
    10. La Roma potrà inserirsi nel duello fra le grandi (Giorgio Tosatti)
    14. Nell’anno delle rivincite (Aldo Biscardi)
    17. Roma Superstar in Coppa Italia
    18. De Sisti: l’arredatore a centrocampo (Franco Melli)
    20. Michelotti: il duro con il sorriso (Virgilio Cherubini)
    22. Cavalieri come Batistoni (Franco Pagliari)
    24. Morini oggi è più quotato di Benetti (Enzo Petrucci)
    26. Carlo Mupo: un economista-manager (Michele Galdì)
    28. Una miniera di campioni nelle mani di Bravi (Alberto Pagliari)
    30. Curcio: un siciliano alla corte del barone svedese (Giancarlo Mingoli)
    32. Il R.C. Tivoli si ispira ai famosi club londinesi (Dario Torromeo)
    36. Calendario di Serie A 1974-75
    37. Notiziario Giallorosso
    40. A Torino come tradizione e… Ciacci hanno voluto
Giallorossi n. 36 – 15 novembre 1974
Clicca per leggere il n. 36 del 15 novembre 1974 IN COPERTINA: Finalmente dopo 467 minuti Pierino Prati ha rotto l’incantesimo. Dopo aver colpito per tre volte pali e traverse nelle precedenti partite è riuscito ad ottenere, contro l’Ascoli, la prima rete valida della Roma in questo campionato. Con il gol è venuta anche la prima vittoria, una vittoria che, anche se non confortata da una brillante prestazione di gioco, dovrebbe servire a scacciare la crisi che annuvolava il cielo giallorosso.

  • poster di Agostino Di Bartolomei
  • Clicca per leggere il sommario
    2. Sentiamo che cosa ne pensano i club
    3. Sommario
    4. Lettere al Direttore
    8. Metti una sera a cena… (Gabriele Tramontano)
    12. Ma perché Anzalone si doveva dimettere? (Michele Galdi)
    16. Dopo l’esplosione di Altafini, non resta che aprire le frontiere (Giorgio Tosatti)
    19. Penzo: sarà la spalla ideale per Prati?
    20. Peccenini: il mastino di casa (Aldo Biscardi)
    27. Santarini: «Fui donato al mago da Moratti e Allodi» (Enzo Petrucci)
    30. Meola: un giovane ambizioso che contesta la gioventù d’oggi (Giancarlo Mingoli)
    32. De Sisti: un missionario a centrocampo (Alfredo Pigna)
    34. Vichi: il Beckenbauer di Catanzaro
    35. Ranieri: da sempre in giallorosso (Paola Ricci)
    36. D’Aversa e Rossi: altri due giallorossi in nazionale (Alberto Pagliari)
    38. Quando il tifo è amore (Ennio Mocci)
    40. «A papà, nun lo saluta’ nonno, che è laziale!» (Dario Torromeo)
    43. Notiziario Giallorossi
    45. Lupacchiotti giallorossi
    46. Almas: un vivaio inesauribile di campioni (Franco Pagliari)
    4a di copertina: Roma-Ascoli
Giallorossi n. 37 – 15 dicembre 1974
Clicca per leggere il n. 37 del 15 dicembre 1974 IN COPERTINA: Un altro anno è passato. La Roma partita con piglio da protagonista (euforica per la qualificazione in Coppa Italia) in campionato, si è imbattuta in cocenti delusioni. Non riusciva a segnare, non riusciva a far punti, i più pessimisti prevedevano tempi più cupi per i giallorossi. Poi, improvvisamente, proprio nel giorno del derby, in quel 1° dicembre che i sostenitori dei «lupi» non dimenticheranno tanto facilmente, è venuta la riscossa. Sette giorni dopo il bis a Cagliari. Ci si avvia dunque verso Natale con animo più disteso «so’ davvero finiti i tempi cupi?» è quanto tutti i tifosi si augurano. Noi di «Giallorossi» vogliamo augurarvi invece delle Feste felici e vi offriamo il nostro regalo: la vostra immagine, la variopinta Curva Sud, simbolo di uno stadio e di una squadra.
Abbiamo creduto opportuno inserire in questo omaggio di fine anno, insieme agli «ultras» della curva sud, ed in qualità di primo tifoso Gaetano Anzalone, il presidente di una Roma che attende sempre una squadra da scudetto.
Auguri Amici.

  • poster di Liborio Liguori
  • Clicca per leggere il sommario
    2. È morto il cavalier Biancone
    3. Sommario
    4. Rocca, stai tranquillo, Bernardini ti richiamerà in nazionale (Ezio De Cesari)
    6. Il caso Cordova chiuso per sempre (Massimo Lo Jacono)
    8. Liguori: un giovane di buona famiglia che pretende il posto in squadra (Aldo Biscardi)
    10. Ha preso il via dal derby la strada della rinascita (Gianni Perrelli)
    13. Liedholm si confessa al Corriere dello Sport
    14. È lontano il giorno in cui torneremo grandi in Europa? (Giorgio Tosatti)
    16. Paolo Conti: «Dicono che sono bravo, la mia è solo fortuna» (Enzo Petrucci)
    20. Penzo: «Liedholm è per me un secondo padre» (Giancarlo Mingoli)
    27. Todaro: «Il mio difetto è di dire sempre la verità» (E.M.)
    28. Giro gastronomico al seguito della Roma (Michele Galdi)
    30. Giallorossi archivio: Manfredini (Dario Torromeo)
    32. Viti: Nella Roma tranne giocare ha fatto di tutto (Ennio Mocci)
    34. Ecco come fa la Roma ad avere un vivaio sempre pieno di campioni (Franco Pagliari)
    36. Il club del mese: Rione Monti (Dario Torromeo)
    38. Campionato d’Europa: nell’albo d’oro c’è anche l’Italia
    40. «Il pubblico venga a conoscere la Romulea non ne rimarrà deluso» (Alberto Pagliari)
    42. Lettere al Direttore
    45. Notiziario Giallorossi
    47. La pagina dei lupacchiotti
Vai alle pubblicazioni del 1971 Vai alle pubblicazioni del 1972 Vai alle pubblicazioni del 1973 Anno corrente Vai alle pubblicazioni del 1975 Vai alle pubblicazioni del 1976 Vai alle pubblicazioni del 1977 Vai alle pubblicazioni del 1978 Vai alle pubblicazioni del 1979 Vai alle pubblicazioni del 1980