Fotografie: ritiro a Buscate, ottobre 1980

Ultimo aggiornamento (ahinoi!) per la sezione Fotografie, Pino Belviso ci propone delle bellissime foto (una paio persino autografate) scattate durante il ritiro della squadra all’Hotel Scià on martin di Buscate (MI), nei giorni precedenti l’incontro Inter-Roma 4-2 del 26 ottobre 1980.

Le foto sono state scannerizzate dal formato 15×10 cm. e non hanno subito alcun ritocco proprio per lasciare colori, atmosfere e persino difetti del periodo. Ovviamente, sono state ruotate, ritagliate e virate alla migliore tonalità di colore quel tanto da renderle “leggibili”.

Grazie Pino.

Adesivo pubblicitario, 1985

Adesivo pubblicitario 13,5 x 8 cm., distribuito, presumibilmente, agli ingressi dello Stadio.
La data dovrebbe essere 1985, visto che la presentazione sul retro vanta “una anzianità di servizio di 14 anni”, sul fronte c’è la stessa foto usata per il poster del 1983 Una squadra, una città privato della parte del campo nella zona inferiore, la parola ROMA è stata ricolorata in nero e spostata in alto, mancano la lista dei giocatori e il logo della testata.
Sul retro è visibile la copertina del n. 118 – Dicembre 1982 e la succitata presentazione che recita:
«Caro tifoso,
mi conosci? Nel dubbio mi presento. Sono “GIALLOROSSI”, la rivista di tutta la tifoseria romanista, ho una “anzianità” di servizio di 14 anni di ininterrotta pubblicazione. Ho seguito la squadra del tuo cuore anche nei momenti difficili e drammatici, dimostrando un attaccamento ai nostri magnifici colori unico nella nostra città.
Ora gioisco con te per il felice momento che sta attraversando la nostra squadra.
Piacerebbe anche a me fare la tua conoscenza e stare tra le tue mani; se vuoi puoi trovarmi in edicola ogni mese. Ciao,»
Ancora più in basso, poco leggibile perché tagliato, si legge «a presto… Forza Roma!»

Al momento, lo destiniamo nella sezione Miscellanea, poi si vedrà.
Grazie a Aldo per averlo messo a disposizione.

Giallorossi n. 150 – Aprile 1986

Eccoci giunti all’ultimo numero uscito in edicola: Giallorossi n. 150 – Aprile 1986, la copertina è dedicata a Cerezo che, come abbiamo già scritto, andrà alla Sampdoria. Lo scatto è preso dal già citato Roma-Juve del 16 marzo 1986, sullo sfondo si vede la coreografia che ha interessato tutti i settori dello Stadio.

L’ultimo poster è dedicato a Ciccio Graziani, tenace, grintoso, combattivo… non poteva essere nessun altro che lui.

IN COPERTINA: Toninho Cerezo dopo tre anni lascia la Roma.

Mi si permetta…
Questo lungo cammino fatto di ricordi – belli o brutti che siano stati – sta ormai giungendo alla fine. Non è concluso perché manca ancora qualcosa da inserire che abbiamo in archivio (una, sono convinto, vi stupirà), una mezza dozzina di poster ancora da scannerizzare… e quel n. 7-1971 che ci sta togliendo il sonno, ma che prima o poi sarà nostro!
Per quanto mi riguarda, intervengo personalmente (ecco il significato del titolo) per ringraziare tutti gli amici che ci hanno aiutato con il materiale da inserire nel sito, soprattutto Aldo Bianconi e Pino Belviso, due fratelli maggiori di quelli veri, generosi e disinteressati, proprio come quelli che ti insegnano ad andare in bici senza rotelle o come si baciano le ragazze, ma ci sarà un articolo a parte per i ringraziamenti.
In quest’ultimo numero, in un articolo dedicato ai Club, precisamente a pag. 34, c’è il Roma Club Trionfale, quello del mai dimenticato Nando Castellucci, padre di due amiche mie e dei miei fratelli/sorelle maggiori e, al contempo, suocero di Roberto Venturelli detto “er Coca Cola”. Come non bastasse, la sede del Club era di fronte alle mie finestre di casa che è anche il palazzo di mia suocera. Quante coincidenze, vero? Non avete idea di quanti amici (ma anche amiche) ci scrivono perché rievocano assieme a noi quell’incontro o ricordano un giocatore, si sono ritrovati nelle pagine delle riviste, nelle foto dei “lupacchiotti”, oppure hanno visto un loro caro che non c’è più.
È questo il traguardo che ci siamo posti ideando, progettando e realizzando il sito: ricordare, testimoniare, documentare e posso affermare – con immensa soddisfazione – che l’abbiamo raggiunto.
Grazie a tutti e forza Roma.
Fabio.

Giallorossi n. 149 – Febbraio/Marzo 1986

Ultimo “doppio colpo” in questo Giallorossi n. 149 – Febbraio/Marzo 1986, infatti sia la copertina che il poster sono dedicati a Roberto Pruzzo immortalato in uno scatto effettuato durante l’incontro Roma-Juventus 3-0 del 16 marzo 1986, partita memorabile non solo per il risultato, ma anche per la coreografia mozzafiato da parte dei tifosi. I marcatori furono Graziani, Pruzzo e Cerezo che nelle interviste post-partita raccontò che la dirigenza lo aveva, di fatto, liberato dal vincolo con la società. Andò alla Sampdoria, dove in sei anni, grazie anche alle sue 145 presenze e i suoi 14 gol, aiutò a vincere uno scudetto, due Coppe Italia, una Supercoppa italiana e una Coppa delle Coppe, senza contare quello che vinse in seguito con il San Paolo.
Non ci riesce difficile immaginare che lo stesso “consigliori” dallo spiccato intuito usò l’identico metro di giudizio per dare Ancelotti come giocatore finito e mandarlo a stra-vincere con il Milan.
Chi può negare che la Roma sia una società generosa?

IN COPERTINA: Pruzzo capocannoniere ritrovato della Roma di Eriksson.

Poster: ultimi aggiornamenti

Falcão e Conti - Giallorossi n. 115 – Luglio/AgostoL’amico Massimo Germani ci ha inviato anche le foto fronte e retro del poster inserito nel n. 115 – Luglio/Agosto 1982 e, come anticipato qualche articolo fa, è identico a quello presente nel n. 113, cioè Paulo Roberto Falcão e Bruno Conti con le maglie delle rispettive Nazionali di Calcio, ma con l’aggiunta della scritta “Spagna ’82 – I migliori del ‘Mundial'”, e sul retro, anziché i dati del Campionato del Mondo di Calcio 1982 così come avevamo scritto, ci sono sempre dei dati, ma quelli del Campionato di Calcio 1981/82 disputato dalla Roma con i risultati partita per partita, marcatori, presenze, classifica, etc.
Scheda Campionato 1981/82 - Giallorossi n. 115 – Luglio/Agosto

Giallorossi n. 148 – Gennaio 1986

Questo Giallorossi n. 148 – Gennaio 1986 è il primo numero dell’ultimo anno di pubblicazioni della rivista che, oltretutto, regala anche un mistero: in copertina è annunciato il poster di Sebino Nela e, infatti, è presente all’interno del numero che ci ha fornito Aldo e sul bordo inferiore sinistro c’è anche la scritta: “Supplemento al n. 148 di ‘Giallorossi’ Foto Crescenzi Stampa: Lito Service Fiorani – Roma”, sembrava tutto a posto, ma Pino ci ha dato un secondo poster “sciolto” di Antonio Di Carlo, che nei dati – sempre sul bordo inferiore sinistro – riporta: “Supplemento al n. 148 di ‘Giallorossi’ Foto Ceci/Calzuola – stampa Lito Service Fiorani”. Era, indubbiamente, destinato alla scomparsa sezione Orfanelli, ma in tempi recenti Massimo ci ha informato che all’interno del n. 148 in suo possesso è presente proprio quest’ultimo di Di Carlo.
Per non creare ulteriore confusione decidiamo, salomonicamente, di abbinare entrambi i poster allo stesso numero in attesa di ulteriori sviluppi e adeguandoci a un famoso tormentone pubblicitario per un gelato negli anni ’90: «Tu is megl che uan», li trovate gemellini gemellini uno accanto all’altro nella sezione Poster.

IN COPERTINA: Boniek inseguito da Cerezo. Chi taglierà per primo il traguardo della riconferma?